domenica 31 maggio 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 139



YOUCAT Domanda n. 139. - Parte VIII. In cosa consiste la vocazione dei laici?


(Risposta Youcat - ripetizione) I Laici sono chiamati ad impegnarsi nella società affinché il regno di Dio possa crescere fra gli uomini.     

Riflessione e approfondimenti  

(Commento CCC) (CCC 911) Nella Chiesa, nell’esercizio della medesima potestà di governo, “i fedeli laici possono cooperare a norma del diritto” [CIC canone 129, § 2]. E questo mediante la loro presenza nei Concili particolari [Cf. CIC canone 443, § 4], nei Sinodi diocesani [Cf. CIC canone 463, § 1-2], nei Consigli pastorali [Cf. CIC canoni 511-512. 536]; nell'esercizio della cura pastorale di una parrocchia [Cf. CIC canone 517, § 2]; nella collaborazione ai Consigli degli affari economici [Cf. CIC canoni 492, § 1. 537]; nella partecipazione ai tribunali ecclesiastici, ecc. [Cf. CIC canone 1421, § 2].   

Per meditare

(Commento Youcat) Un Laico non è un cristiano di seconda classe, poiché partecipa del ministero sacerdotale di Cristo (sacerdozio universale); egli è attento che le persone del proprio ambiente (nella scuola, nella formazione, nella famiglia e nella professione) conoscano il Vangelo ed imparino ad amare Cristo. Con la sua fede lascia un'impronta nella società, nell'economia e nella politica; sostiene la vita ecclesiale assumendo nella celebrazione il servizio di lettore, si pone a disposizione come guida di gruppi, si impegna nei comitati e nei consigli ecclesiali (ad es. nel consiglio parrocchiale e nel consiglio ecclesiastico). Soprattutto i giovani devono riflettere seriamente in quale posto Dio li vorrebbe.

(Commento CCC) (CCC 910) “I laici […] possono anche sentirsi chiamati o essere chiamati a collaborare con i loro Pastori nel servizio della comunità ecclesiale, per la crescita e la vitalità della medesima, esercitando ministeri diversissimi, secondo la grazia e i carismi che il Signore vorrà loro dispensare” [Paolo VI, Esort. ap. Evangelii nuntiandi, 73]. (Continua)    

(Continua la domanda: In cosa consiste la vocazione dei laici?) 

sabato 30 maggio 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 139



YOUCAT Domanda n. 139. - Parte VII. In cosa consiste la vocazione dei laici?


(Risposta Youcat - ripetizione) I Laici sono chiamati ad impegnarsi nella società affinché il regno di Dio possa crescere fra gli uomini.      

Riflessione e approfondimenti  

(Commento CCC) (CCC 907) “In rapporto alla scienza, alla competenza e al prestigio di cui godono, essi hanno il diritto, e anzi talvolta anche il dovere, di manifestare ai sacri Pastori il loro pensiero su ciò che riguarda il bene della Chiesa e di renderlo noto agli altri fedeli, salva restando l'integrità della fede e dei costumi e il rispetto verso i Pastori, tenendo inoltre presente l'utilità comune e la dignità della persona” [CIC canone 212 § 3].

Per meditare

(Commento Youcat) Un Laico non è un cristiano di seconda classe, poiché partecipa del ministero sacerdotale di Cristo (sacerdozio universale); egli è attento che le persone del proprio ambiente (nella scuola, nella formazione, nella famiglia e nella professione) conoscano il Vangelo ed imparino ad amare Cristo. Con la sua fede lascia un'impronta nella società, nell'economia e nella politica; sostiene la vita ecclesiale assumendo nella celebrazione il servizio di lettore, si pone a disposizione come guida di gruppi, si impegna nei comitati e nei consigli ecclesiali (ad es. nel consiglio parrocchiale e nel consiglio ecclesiastico). Soprattutto i giovani devono riflettere seriamente in quale posto Dio li vorrebbe.

(Commento CCC) (CCC 909) “Inoltre i laici, anche mettendo in comune la loro forza, risanino le istituzioni e le condizioni di vita del mondo, se ve ne sono che spingano i costumi al peccato, così che tutte siano rese conformi alle norme della giustizia e, anziché ostacolare, favoriscano l'esercizio delle virtù. Così agendo impregneranno di valore morale la cultura e i lavori dell'uomo” [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 36]. (Continua

(Continua la domanda: In cosa consiste la vocazione dei laici?) 

venerdì 29 maggio 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 139



YOUCAT Domanda n. 139. - Parte VI. In cosa consiste la vocazione dei laici?


(Risposta Youcat - ripetizione) I Laici sono chiamati ad impegnarsi nella società affinché il regno di Dio possa crescere fra gli uomini.     

Riflessione e approfondimenti  

(Commento CCC) (CCC 906) Tra i fedeli laici coloro che ne sono capaci e che vi si preparano possono anche prestare la loro collaborazione alla formazione catechistica [Cf. CIC canoni 774; 776; 780], all'insegnamento delle scienze sacre [can. 229], ai mezzi di comunicazione sociale [can. 822, § 3].

Per meditare

(Commento Youcat) Un Laico non è un cristiano di seconda classe, poiché partecipa del ministero sacerdotale di Cristo (sacerdozio universale); egli è attento che le persone del proprio ambiente (nella scuola, nella formazione, nella famiglia e nella professione) conoscano il Vangelo ed imparino ad amare Cristo. Con la sua fede lascia un'impronta nella società, nell'economia e nella politica; sostiene la vita ecclesiale assumendo nella celebrazione il servizio di lettore, si pone a disposizione come guida di gruppi, si impegna nei comitati e nei consigli ecclesiali (ad es. nel consiglio parrocchiale e nel consiglio ecclesiastico). Soprattutto i giovani devono riflettere seriamente in quale posto Dio li vorrebbe.

(Commento CCC) (CCC 908) Mediante la sua obbedienza fino alla morte [Fil 2,8-9], Cristo ha comunicato ai suoi discepoli il dono della libertà regale, “perché con l'abnegazione di sé e la vita santa vincano in se stessi il regno del peccato” [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 36]. “Colui che sottomette il proprio corpo e governa la sua anima senza lasciarsi sommergere dalle passioni è padrone di sé: può essere chiamato re perché è capace di governare la propria persona; è libero e indipendente e non si lascia imprigionare da una colpevole schiavitù” [Sant'Ambrogio, Expositio psalmi CXVIII, 14, 30: PL 15, 1476]. (Continua)    

(Continua la domanda: In cosa consiste la vocazione dei laici?) 

giovedì 28 maggio 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 139



YOUCAT Domanda n. 139. - Parte V. In cosa consiste la vocazione dei laici?


(Risposta Youcat - ripetizione) I Laici sono chiamati ad impegnarsi nella società affinché il regno di Dio possa crescere fra gli uomini.     

Riflessione e approfondimenti  

(Commento CCC) (CCC 904) “Cristo […] adempie la sua funzione profetica… non solo per mezzo della gerarchia, […] ma anche per mezzo dei laici, che perciò costituisce suoi testimoni” dotandoli “del senso della fede e della grazia della parola” [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 35]: “Istruire qualcuno per condurlo alla fede è il compito di ogni predicatore e anche di ogni credente” [San Tommaso d'Aquino, Summa theologiae, III, 71, 4, ad 3].

Per meditare

(Commento Youcat) Un Laico non è un cristiano di seconda classe, poiché partecipa del ministero sacerdotale di Cristo (sacerdozio universale); egli è attento che le persone del proprio ambiente (nella scuola, nella formazione, nella famiglia e nella professione) conoscano il Vangelo ed imparino ad amare Cristo. Con la sua fede lascia un'impronta nella società, nell'economia e nella politica; sostiene la vita ecclesiale assumendo nella celebrazione il servizio di lettore, si pone a disposizione come guida di gruppi, si impegna nei comitati e nei consigli ecclesiali (ad es. nel consiglio parrocchiale e nel consiglio ecclesiastico). Soprattutto i giovani devono riflettere seriamente in quale posto Dio li vorrebbe.

(Commento CCC) (CCC 905) I laici compiono la loro missione profetica anche mediante l'evangelizzazione, cioè con l'annunzio di Cristo “fatto con la testimonianza della vita e con la parola”. Questa azione evangelizzatrice ad opera dei laici “acquista una certa nota specifica e una particolare efficacia, dal fatto che viene compiuta nelle comuni condizioni del secolo” [Conc. Ecum. Vat. II, Lumen gentium, 35]: “Tale apostolato non consiste nella sola testimonianza della vita: il vero apostolo cerca le occasioni per annunziare Cristo con la parola, sia ai credenti [...] sia agli infedeli” [Id., Apostolicam actuositatem, 6; Id., Ad gentes, 15]. (Continua)

(Continua la domanda: In cosa consiste la vocazione dei laici?) 

mercoledì 27 maggio 2015

Commento CCC a YouCat Domanda n. 139



YOUCAT Domanda n. 139. - Parte IV. In cosa consiste la vocazione dei laici?


(Risposta Youcat - ripetizione) I Laici sono chiamati ad impegnarsi nella società affinché il regno di Dio possa crescere fra gli uomini.      

Riflessione e approfondimenti  

(Commento CCC) (CCC 902) In modo particolare i genitori partecipano all'ufficio di santificazione “conducendo la vita coniugale secondo lo spirito cristiano e attendendo all'educazione cristiana dei figli” [CIC canone 835, § 4].

Per meditare

(Commento Youcat) Un Laico non è un cristiano di seconda classe, poiché partecipa del ministero sacerdotale di Cristo (sacerdozio universale); egli è attento che le persone del proprio ambiente (nella scuola, nella formazione, nella famiglia e nella professione) conoscano il Vangelo ed imparino ad amare Cristo. Con la sua fede lascia un'impronta nella società, nell'economia e nella politica; sostiene la vita ecclesiale assumendo nella celebrazione il servizio di lettore, si pone a disposizione come guida di gruppi, si impegna nei comitati e nei consigli ecclesiali (ad es. nel consiglio parrocchiale e nel consiglio ecclesiastico). Soprattutto i giovani devono riflettere seriamente in quale posto Dio li vorrebbe.

(Commento CCC) (CCC 903) I laici, se hanno le doti richieste, possono essere assunti stabilmente ai ministeri di lettori e di accoliti [CIC canone 230, § 1]. “Ove lo suggerisca la necessità della Chiesa, in mancanza di ministri, anche i laici, pur senza essere lettori o accoliti, possono supplire alcuni dei loro uffici, cioè esercitare il ministero della parola, presiedere alle preghiere liturgiche, amministrare il Battesimo e distribuire la sacra Comunione, secondo le disposizioni del diritto” [CIC canone 230, § 3]. (Continua)   

(Continua la domanda: In cosa consiste la vocazione dei laici?